home page chi siamo collaborazioni museali curriculum mostre contattaci link
 
Esposizioni
IERI
Avvenimenti nazionali ed internazionali sul Futurismo e su altri temi correlati ampiamente documentati da comunicati stampa, testi critici ed immagini fotografiche.
 
 
 

A cento anni dalla nascita

Cesare Andreoni

Futurista e milanese



Sede Centrale della Banca Popolare di Milano, Milano

14 febbraio - 2 maggio 2004

 

 


Aeropittura del Duomo di Milano, 1939-40




 

Personaggio creativo ed eclettico, Cesare Andreoni è sempre stato profondamente calato nella realtà nella quale ha vissuto, sapendone cogliere innovazioni e fermenti che traduce con un tratto felice ed efficace.

Profondamente pittore, ha sempre affidato al segno il compito di rendere le sue emozioni, le sue osservazioni, le sue ricerche.

La cromia vivace, accesa e squillante, vicina innegabilmente al mondo pittorico dei futuristi, anima la realtà vista attraverso quella lezione aeropittorica che ne frantuma la visione, offrendone una più complessa, colta e riproposta da molteplici punti di vista. Ma lo stesso colore può diventare più pacato, delicato come negli “appunti” del dopoguerra dove la mano, rapida e felice, traduce immediatamente gli scorci che l’occhio percepisce. Colore che può assumere forza espressiva perfino nelle opere monocrome, dove sono i grigi della matita a definire forme e luci.

Ma la sua creatività si espande anche in ambiti non strettamente pittorici: è originale disegnatore di oggetti, progettista di allestimenti e di interni, grafico innovativo e di forte capacità di comunicazione.


Bozzetto per la metropoli, 1928



 




Sede Centrale della Banca Popolare di Milano
Piazza F. Meda, 4
MILANO

torna indietro