home page chi siamo collaborazioni museali curriculum mostre contattaci link
 
Esposizioni
IERI
Avvenimenti nazionali ed internazionali sul Futurismo e su altri temi correlati ampiamente documentati da comunicati stampa, testi critici ed immagini fotografiche.
 




BALDESSARI E DEPERO


Futurismi a confronto


Fondazione Dino Zoli Arte Contemporanea, Forlì

11 maggio - 13 luglio 2008









Dalla passione per l’arte alla Fondazione Dino Zoli

Il percorso che mi ha portato, oggi, a dare vita a questo progetto è legato a incontri con luoghi e persone, di grande spessore umano e professionale, che hanno stimolato, probabilmente senza che me ne rendessi conto, la mia fantasia e il mio amore per la vita e per l'arte.

I viaggi nel mondo, che la mia professione mi ha permesso di fare, hanno aperto i miei occhi a realtà delle quali ignoravo l'esistenza. Ho avuto la possibilità di visitare musei, studi di artisti e di apprezzare l'arte contemporanea in genere a tal punto da sentire la necessità di possedere alcune di queste opere.

La nascita della Fondazione Dino Zoli Arte Contemporanea mi è sembrata la soluzione migliore per condividere questa mia passione con gli altri, ricreando nel mio territorio, la città di Forlì, quel medesimo percorso che mi ha condotto a ricercare il bello e a sollecitare le mie emozioni. La Fondazione si propone come luogo in grado di avvicinare le persone all'arte.

Il mio sogno, adesso, è vedere frequentato questo spazio che, oltre all'arte contemporanea, celebra la creatività degli artisti e si prende cura del visitatore che, un po' come me, corre dietro alle proprie passioni e ai propri sogni.

Vorrei anche che questa sede diventasse una meta e una piacevole abitudine per i giovani: il nostro futuro è nelle loro mani e il nostro presente non può che passare da loro.

Inaugurare la Fondazione con una mostra sul Futurismo, un movimento culturale che esalta il mito della velocità, il dinamismo, la tecnologia, l'innovazione e l'anticonvenzionalità, non può che essere un buon auspicio per chi ha sempre cercato di vivere la vita con militanza, entusiasmo e libertà di pensiero.

Artisti come Baldessari e Depero, che ci hanno lasciato lavori di incredibile valore, ci dimostrano come si possa progredire e creare opere innovative e di alta qualità fino alla fine della propria vita. Se l'arte rende immortali, vorrei che tutti potessero dire di essere riusciti a percepire questa grandezza attraverso la fruizione di opere d'arte.

Dino Zoli
Presidente della Fondazione Dino Zoli

From a passion for art to the Dino Zoli Foundation

The road that has brought me, today, to set up this project is linked to encounters with places and with people of great human and professional depth who have fired my imagination, probably without even me being aware of it, and my love of life and art.

World travels made possible by my job opened my eyes to situations I did not even know existed. I had the chance to visit museums, artists' studios, and to appreciate contemporary art in general to such an extent that I felt the need to own some of these works. Setting up the Dino Zoli Contemporary Art Foundation seemed the best solution for sharing this passion of mine with others by recreating, in my own city of Forli, the same itinerary that took me in search of the beautiful and of emotional stimulus.

The Foundation aims to be a place where people can approach art. My dream now is to see this place frequented: over and above contemporary art it celebrates the creativity of artists and takes care of the visitor who, somewhat like me, is chasing after his own passions and dreams.

I should also like it to become a place that is regularly enjoyed by young people: our future is in their hands and our present can only be passed on to them.

Inaugurating the Foundation with an exhibition on Futurism, a cultural movement that exalted the myth of speed, dynamism, technology, innovation and unconventionality, can only be a good sign for those who have always tried to live their lives actively, with enthusiasm and freedom of thought.

Artists like Baldessari and Depero, who have left us works of incredible value, demonstrate how one can go on creating innovative high quality work right to the end of one's life. . If art brings immortality, I'd like all the people to be able to say that the enjoyment of works of art has allowed them to perceive this greatness.

Dino Zoli
President of the Dino Zoli Foundation

 Salotto giapponese
Roberto Marcello Baldessari, Salotto giapponese, 1918
Ritmo di ballerine + clowns
Fortunato Depero, Ritmo di ballerine + clowns, 1914

 

 

 Marzocco
Roberto Marcello Baldessari, Marzocco, 1918
Al teatro dei Piccoli - Balli plastici
Fortunato Depero, Al teatro dei Piccoli - Balli plastici, 1918

 

 

 La femme nue
Roberto Marcello Baldessari, La femme nue, 1921
Riesumazioni alpine (Il bevitore di Anacapri)
Fortunato Depero, Riesumazioni alpine (Il bevitore di Anacapri), 1921-23

 

 

 Tram + Strada
Roberto Marcello Baldessari, Tram + Strada, 1915-16
Simultaneità metropolitane
Fortunato Depero, Simultaneità metropolitane, 1946

 

 

FONDAZIONE DINO ZOLI ARTE CONTEMPORANEA
Viale Bologna 288
47100 Forlì

tel.: +39 0543 755770
fax: +39 0543 756568


info@fondazionedinozoli.com

www.fondazionedinozoli.com

 

 

Catalogo edito Carlo Cambi Editore

 
torna indietro